martedì 24 luglio 2012

Carrefour sposa la convenienza

L'utilizzo esasperato della leva promozionale è stato sempre evitato dalle grandi insegne del grocery retailing. Sconto e promozioni costituiscono infatti un circolo vizioso. Creano assuefazione nel cliente che percepisce il taglio prezzo come un fattore igienico, senza considerarne il reale valore aggiunto. Il discount ha sempre presidiato l'area della "super convenienza" con le altre insegne sempre più attente alla qualità ed al livello di servizio erogato. Carrefour oggi sceglie una strategia fortemente focalizzata sulle promozioni.



Addio al loyalty program. Uno strumento certamente inflazionato. Solo Esselunga riesce ad eccellere su questo fronte. Carrefour abbandona la raccolta punti ed il catalogo premi dichiarando esplicitamente di premiare in futuro la fedeltà dei clienti con più sconti. Moltissimi prodotti in offerta.Più buoni/coupon al momento del pagamento per stimolare il riacquisto. La vera innovazione però è all'ingresso. Una slot machine che distribuisce buoni sconto, leggendo la ex loyalty card (SpesAmica). Un'idea per favorire l'up-selling con sconto consistenti. Questa idea è sicuramente nuova, ma la forte attenzione sul prezzo appare eccessiva. Il momento economico giustifica questa scelta, ma nel lungo periodo l'insegna potrebbe soffrire. Gli sconti non bastano mai.

Nessun commento:

Posta un commento